Aumento dell'efficienza della produzione industriale, prodotti personalizzati, collaborazione tra sistemi informatici e linee di produzione, cooperazione efficiente tra macchine e persone... Siamo ancora in laboratorio o già in un film di fantascienza? La risposta è: in laboratorio, o più precisamente nel Laboratorio Manifattura Digitale (LDM) dell Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali „Marco Fanno” dell'Università di Padova. È qui che il dottor Wojciech Dyba dell'Università Adam Mickiewicz ha condotto una ricerca sulla trasformazione digitale delle imprese industriali in Europa e sulla loro disponibilità a implementare soluzioni nell'ambito dell'Industria 4.0. Vi state chiedendo cosa sia l'Industria 4.0? In breve, si tratta di un'altra rivoluzione industriale. Dopo la diffusione delle tecnologie di svolta legate alla meccanizzazione (Industria 1.0), all'elettrificazione (Industria 2.0), alla digitalizzazione (Industria 3.0), è arrivato il momento di un'altra svolta: le innovazioni di processo, organizzative e di marketing attuate nelle aziende produttive grazie al progresso delle tecnologie digitali che utilizzano sempre più nuove applicazioni di Internet. Grazie al collegamento in rete e alla condivisione dei dati, le aziende possono produrre in modo più economico e rispondere più rapidamente alle esigenze dei singoli clienti. Questo non porterà a fabbriche in cui le persone saranno sostituite da robot? Beh, no! L'idea è che l'Industria 4.0 trasformi le fabbriche in luoghi migliori in cui lavorare, e che i lavoratori vengano dotati di nuovi strumenti adatti alle loro esigenze e qualifiche.Il dottor Dyba, con il supporto della professoressa Valentina de Marchi e della professoressa Eleonora di Maria di Padova, ha condotto una ricerca comparativa internazionale in diverse regioni europee rinomate per il loro forte settore manifatturiero, principalmente il Veneto e il Friuli Venezia Giulia in Italia e la Wielkopolska in Polonia. La ricerca ha dimostrato che le regioni europee sono caratterizzate da condizioni diverse per la creazione e l'implementazione delle innovazioni di Industria 4.0 nelle aziende. Sia in Italia che in Polonia, le attività delle autorità e delle organizzazioni regionali legate all'industria mirano a diffondere informazioni sulle opportunità offerte dalle nuove tecnologie ed a identificare e superare gli ostacoli alla loro implementazione, non ultimo la non conoscenza del loro potenziale. A sua volta, l'analisi delle buone pratiche di aziende produttive che hanno implementato innovazioni selezionate di Industria 4.0 ci permette di guardare con grande ottimismo all'ulteriore evoluzione e diffusione delle soluzioni discusse. Saremo curiosi di condurre un'osservazione partecipata di questo nuovo fenomeno.
Stampa